cambio-olio-motore

Come cambiare l’olio all’auto è una delle prime domande che i giovani automobilisti. Una quesito al quale proveremo a dare una una risposta con dei semplici consigli da seguire. Piccoli passaggi facili e molto semplici utili per chi ama il fai da te.

Cambio olio motore: cosa sapere?

L’olio motore è uno dei degli elementi principale, per quel che riguarda la salute del motore. Sempre più spesso, molti automobilisti dimenticano la loro esistenza con la sola spia rossa o un messaggio sul quadro strumenti a ricordare che c’è anche lui. Svolge uno dei ruoli principali circa il corretto funzionamento del motore. In più protegge il propulsore della vettura nel tempo.

Grazie all’olio nel motore, tutte le diverse componenti meccaniche poiché lubrificate riescono senza alcun tipo di problema a muoversi e strisciare tra loro. Quindi niente forte attrito che può portare a danneggiare irrimediabilmente ogni singolo pezzo. Altro colpito dell’olio lubrificante è quello di eliminare ogni pezzo di fuliggine che nasce durante lo scoppio della benzina all’interno del motore. Quindi la sua protezione del motore dalle impurità è davvero importate. Alte velocità e lunghi viaggi possono portare l’olio a stressarsi e quindi usuarsi.

Quando cambiare l’olio?

Quindi quando cambiare l’olio? Non esiste una regola generale, in quanto l’usura dell’olio lubrificante varia a seconda di diversi parametri. Cambia dal tipo di veicolo, dal tipo di alimentazione, dal tipo di olio utilizzato e da come si utilizza la vettura. Spesso ogni casa produttrici consiglia ogni quanto tempo o ogni quanti chilometri effettuare un cambio olio motore.

Sul libretto di uso e manutenzione dell’auto sono indicati frequenza della sostituzione che viene indicata in migliaia di km percorsi o tempo. Altre indicazioni riguardano anche la marca e il tipo di olio da utilizzare per ottenere le migliori prestazioni dell’auto ma soprattutto anche una buona gestione e miglior protezione del motore. Una regola generale da seguire è quella di avere una certa frequenza nel cambiare l’olio nel motore. Un cambio olio motore di una vettura a benzina è meglio effettuarlo tra i 12 e i 15.000 km, mentre un cambio olio per motori diesel può essere effettuato tra i 25-30.000 km. Ad ogni cambio di olio, è sempre bene cambiare anche il filtro dell’olio. Come cambiare il filtro dell’olio?

Il filtro dell’olio

I filtri dell’olio hanno hanno il compito di raccoglie tutte le particelle di scarto che si generano durante la combustione che avviene nella camera di combustione nel motore. Tengono pulito l’olio ed evitano il peggio. A seguito di un uso intenso dell’olio, il filtro può risultare sporco. Quindi inserire dell’olio pulito nel motore, ma filtrarlo con un farlo sporco e sfruttato non ha senso.

Come cambiare l’olio? Ecco la nostra semplice guida

cambio-olio-motore

Il nostro consiglio è quello di rivolgersi al vostro meccanico di fiducia. Ovviamente però chi ama il fai da te, può seguire questa semplice guida per cambiare l’olio del motore della vostra auto. Seguendo con attenzione istruzioni specifiche e indicazioni per la sicurezza del costruttore, munitevi di tutti gli strumenti e l’olio necessario per il motore del vostro veicolo. Per effettuare un cambio d’olio vi serviranno:

  • olio motore circa 4 o 5 litri (seguite le indicazioni su libretto di istruzioni);
  • un nuovo filtro dell’olio;
  • occhiali di sicurezza e guanti di gomma;
  • recipiente per raccogliere l’olio esausto;
  • cric e cavalletti;
  • chiave a bussola;
  • straccio;
  • chiave per il filtro dell’olio; 

Ecco come procedere:
Posizionare lauto in su una superficie orizzontale, tirando il freno a mano e con iò motore spento. Prima di operare far raffreddare l’olio per qualche minuto. Sollevate la vettura con il cric e alla giusta misura appoggiatela sui cavalletti. Una volta sistemati i cavalletti, poggiatevi sotto l’auto. Ora è possibile svitare il tappo dell’olio, posto sul motore. Creando del vuoto impedirà all’olio di fuoriuscire. Subito dopo toccherà al tappo di scarico della coppa.

Sotto l’automobile bisognerà svitare il bullone unico sul fondo della coppa. Prima di sfidare tutto, porre un recipiente utile a contenere l’olio sotto il tappo della coppa. Svitate il tappo senza toccate l’olio, nel caso non sia freddo abbastanza può portare a delle scottature. Solo adesso passate all’installazione del nuovo. Successivamente riavvitate il tappo di scarico della coppa dell’olio e stringetelo con la chiave. Adesso è possibile inserire il nuovo olio nel motore. Inserite la giusta quantità e controllate che ci sia il giusto livello di olio nel motore.

Smaltite correttamente l’olio esausto e il filtro. Essendo altamente tossico non va smaltino come i normali rifiuti domestici. Non versare mai il tutto nella rete delle fognature è illegale. Collocate l’olio esausto in sigillatelo e scegliere una delle alternative:

  • lasciatelo ad un’officina di riparazioni per automobili
  • lasciatelo ad stazione di servizio
  • smaltitelo in un punto di raccolta, dove verrà ritirato gratuitamente

Vuoi evitare tutto questo lungo procedimento? Allora il nostro consiglio è quello di prendere una vettura con il noleggio auto a lungo termine. Infatti nel canone mensile per avere la tua nuova automobile, sono compresi diversi servizi. Oltre ad assicurazione, e altro c’è anche il cambio olio compreso nel prezzo. Cosa aspetti? Dai un’occhiata al sito di Picano Rent per avere la tua nuova auto!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui