Audi R8 V10 RWD, aperte le prenotazioni anche in Italia

0
421
Audi R8 V10 RWD

L’Audi R8 V10 RWD è la seconda generazione della sportiva della casa tedesca. Si presenta con una trazione posteriore ed un motore V10 5.2 FSI capace di erogare ben 540 CV. Si tratta del propulsore che adottato dalla vettura da competizione Audi R8 LMS GT4.

Caratteristiche Audi R8 V10 RWD: una derivata dalle competizioni sportive

La nuova generazione della sportiva dei quattro anelli vede affiancare al nome Audi R8 la denominazione RWD. Derivata dalla racing car Audi R8 LMS GT4, da questa prende circa il 60% dei componenti. È disponibile in due versioni, Audi R8 Coupé e Spyder, ma entrambe presentano un design che punta tutto sulla trazione quattro. La parte frontale presenta una nuova griglia del single frame. Infatti, rispetto al modello precedente presenta due listelli verticali chiamati a suddividere le prese d’aria frontali.

L’esterno dell’Audi R8 V10 presenta all’estremità del cofano tre fessure piatte. Si tratta di un richiamo alla mitica Audi Sport quattro, vero mito degli Anni ‘80. Presente un nuovo splitter che si basa su una superficie maggiorata. Stessa cosa per le aperture alla base dei gruppi ottici posteriori, oltre alla griglia in corrispondenza dell’estrattore. Dettagli, di serie in nero lucido, che sottolineano la sportività di Audi R8 V10 Plus.

All’interno del vano motore, il sistema di aspirazione è celato da una cover rinnovata, disponibile in materiale plastico oppure, a richiesta, in carbonio. Quanto all’abitacolo, spiccano l’Audi virtual cockpit da 12,3 pollici, i sedili sportivi a regolazione parzialmente elettrica rivestiti in Alcantara e pelle, il volante multifunzione plus a due satelliti e la plancia impreziosita dal badge RWD.

Motore Audi R8 V10 RWD: 540 CV di pura potenza

Il V10 5.2 FSI dell’Audi R8 V10 RWD è nella sua posizione centrale, sviluppa 540 CV a 7.900 giri/min e una coppia massima di 540 Nm a 6.400 giri. La R8 V10 RWD Coupé scatta da 0 a 100 km/h avviene in 3,7 secondi con una velocità massima di 324 km/h. L’accelerazione 0-100 km/h della Spyder avviene in 3,8 secondi con una velocità massima di 322 km/h. Il motore è legato alla trasmissione a doppia frizione S tronic a 7 rapporti. Un cambio perfetto per trazione posteriore, il differenziale meccanico autobloccante. Il peso a vuoto di Coupé E Spyder è rispettivamente di 1.595 e 1.695 kg: inferiore di 65 e 55 kg rispetto alle versioni Coupé e Spyder di Audi R8 V10 quattro.

Il motore V10 Audi aspirato presente sulla “The Audi R8 V10 RWD” – come la chiamano gli inglesi – è dotato di un albero motore “common pin”: le bielle dei cilindri contrapposti vengono mosse da uno stesso perno di manovella. Presentano degli intervalli di accensione alternati di 54 e 90 gradi. Una intuizione davvero unica, che permette di avere una maggiore gestione del motore. Questa però non è l’unica cosa mutuata dal mondo delle. L’R8 V10 è dotata anche dell’iniezione a doppia strategia – diretta (sino all’85%) nelle camere di combustione a pieno carico, congiunta a medio carico e indiretta nel condotto di aspirazione (MPI) ai regimi inferiori – oltre al sistema di lubrificazione.

Meccanica Audi R8 V10 RWD: tanti sistemi per la tedesca

La temperatura dell’olio, che viene prelevato dal carter secco, è regolata tramite un radiatore separato. È così possibile collocare il propulsore in posizione sensibilmente ribassata, ottenendo un baricentro vicino al suolo. La pompa dell’olio, a portata variabile, assicura un flusso costante in qualsiasi frangente, comprese le accelerazioni trasversali nell’ordine degli 1,5 g, alla portata di Audi R8 V10. Quanto all’efficienza, la tecnologia cylinder on demand (COD) contribuisce al contenimento dei consumi: nelle quattro marce superiori, a intervalli di carico medio-bassi, esclude i cilindri della bancata di destra o sinistra disattivando iniezione e accensione.

Per la guida in strada e su pista, l’R8 V10 RWD può contare su una taratura specifica dell’assetto e dell’elettronica. Entrambe sono state sviluppate in funzione della trazione posteriore. Per chi ama la competizione è possibile avere dei drift controllati. Questo grazie al programma dynamic presente nel sistema di gestione della marcia Audi drive select (di serie). Basterà attivare la modalità sportiva dell’ESC.

Al raggiungimento del limite, il controllo elettronico della stabilità interviene in modo tale da ripristinare le condizioni di sicurezza ottimali. Presenti delle sospensioni a doppio braccio oscillante triangolare in alluminio. Anche questo è un sistema ripreso dalle competizioni. Per la guida c’è uno sterzo elettromeccanico, di serie, che è stat tarato per l’abbinamento alle 2WD. C’è la servoassistenza che cambia in funzione della velocità di marcia. Spazio anche al setup della vettura che si può selezionare con l’Audi drive select.

Gomme, freni e prezzo dell’Audi R8 V10 RWD

Le misure degli pneumatici Audi R8 V10 RWD sono 245/35 all’avantreno e 295/35 al retrotreno. Le gomme sono montate sugli esclusivi cerchi in lega a 5 razze a V in nero lucido da 19 pollici di serie. Si possono richiedere ruote da 20 pollici. L’impianto frenante dell’Audi R8 V10 RWD presenta dischi in acciaio autoventilanti e forati di serie dal profilo a onda (design “wave”). Perni in acciaio inox li collegano alle tazze in alluminio e impediscono la trasmissione dei picchi di temperatura. All’avantreno ci sono pinze fisse a otto pistoncini con dischi con diametro di 380 mm. Per il retrotreno ci sono pinze a quattro pompanti con dischi da 356 mm. Il prezzo dell’Audi R8 V10 RWD Coupé parte da 154.750 euro, mentre il listino di Audi R8 V10 RWD Spyder parte da 168.050 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui